Valentina

 

Seguici su  

 

 

Feci il mio primo tatuaggio alle scuole medie, munita di punta di compasso e inchiostro della bic…inutile dire che fu un disastro! (Per non parlare della sgridata epica di mia madre).
Ho frequentato l’Istituto d’arte per il mosaico dove ho approfondito, perfezionato e amato l’arte, il disegno e la pittura, passioni che coltivo ancora oggi. Ho imparato la tecnica del tatuaggio grazie alla pazienza del mio attuale compagno e ho finalmente trovato risposta alla fatidica domanda: “che lavoro vorresti fare da grande?” risposta che si concretizza ora con All Ink Tattoo.
Penso che la macchinetta per tatuaggi sia il “marchingegno perfetto” per trasferire e trasformare i nostri demoni, i pensieri, la bellezza, i ricordi e le emozioni in opere d’arte eterne e personali, da custodire sulla (“nella”) nostra pelle.
Lo stile di tatuaggi che preferisco non ha un vero e proprio nome, ne una specifica tecnica…è quello “introspettivo”.